Home > Ambiente, Ecologia, Verde > Estrazione del gas : hydraulic fracturing piu’ inquinante del carbone

Estrazione del gas : hydraulic fracturing piu’ inquinante del carbone

25 maggio 2011

Questo tipo di tecnica non convenzionale secondo uno studio comporterebbe fuori uscite incontrollate di metano nell’atmosfera.
di Emanuele Bompan ( fonte Peace Reporter)

Naturale, pulito, abbondante. Gli Usa stanno vivendo un momento di boom nel settore del gas naturale. Nella sola Pennsylvania sono previsti oltre 30000 nuovi pozzi nei prossimi 5 anni per estrarre gas naturale. La Casa Bianca ne ha fatto un campione della sua strategia energetica, in quanto «economico e pulito», leggasi abbondante sul suolo patrio e a basso contenuto di Co2.

La lobby del combustibile fossile, che negli ultimi 12 mesi ha investito ingenti somme per promuovere “clean natural gas” (gas naturale pulito), sta cercando di mettere in ombra petrolio e carbone (quest’ultimo responsabile di oltre il 45 percento dell’energia elettrica prodotta), promuovendo l’idea che il gas naturale, al contrario degli altri combustibili fossili, danneggia di meno l’ambiente.

Ma è vero che il gas naturale è così pulito e che può aiutare a ridurre le emissioni di gas climalteranti?

Non pare essere d’accordo l’ultimo studio della Cornell University di San Francisco, firmato da Robert Howarth, professore di ecologia e biologia, Tony Ingraffea, professore di ingegneria, e Renee Santoro, esperta di ecologia e biologia evolutiva, in uscita sul numero di maggio della rivista scientifica americana Climatic Change Letters.

Mentre il gas naturale sicuramente produce meno Co2 durante la combustione rispetto al carbone, per Robert Howarth, uno degli autori dello studio, il problema è legato all’estrazione del gas con metodi non convenzionali. Negli Usa gran parte del gas recentemente scoperto, è localizzato all’interno di formazioni detritiche dette scisti (shale), con una tessitura abbastanza marcata, cioè tendente a sfaldarsi facilmente in lastre sottili. Per estrarre il gas contenuto in queste strutte geologiche irregolari è necessaria che richiedono una tecnica estrattiva molto controversa nota come hydraulic fracturing, fratturazione idraulica. Acqua e agenti chimici vengono iniettati ad altissima pressionenel suolo per poter stanare il prezioso gas. Data la complessità estrattiva questo tipo di gas è definito dai geologi come ‘non convenzionale’.

Questo tipo di tecnica non convenzionale secondo lo studio di Howarth comporterebbe fuori uscite incontrollate di metano nell’atmosfera.

Il gas naturale è composto principalmente da metano, un gas serra più raro della co2 ma molto più potente nell’impatto di riscaldamento del biossido di carbonio. Secondo Howarth anche un piccola fuoriuscita fa una grande differenza. Secondo le stime degli scienziati ogni pozzo aperto grazie all’hydraulic fracturing emette circa l’8 percento del totale estratto durante l’intera vita del pozzo nell’atmosfera, più del doppio del gas estratto con metodi convenzionali.

Oggi il gas estratto con metodi non convenzionali equivale a meno di un quarto della produzione totale di gas naturale, ma nei prossimi 20 anni potrebbe raggiungere quasi il 50 percento.

Per le compagnie del gas le stime sono eccessivamente alte. Per Chris Tucker portavoce della compagnia estrattiva Energy in Depth, in un commento diffuso alla stampa «i numeri che loro [nello studio] impiegano sono completamente diversi da quanto abbiamo visto fino a ora. L’idea che le imprese si facciano sfuggire il 5, 6, 7, 8 percento di quel tesoro nell’atmosfera è semplicemente assurda. Studi precedenti dell’Epa, l’agenzia americana per l’Ambiente, rivelano che le emissioni di metano fuoriuscite sono circa l’ 1,5 per cento. In campo scende anche l’artiglieria pesante delle lobby: per Russell Jones, dell’American Petroleum Institute lo studio su Climate Change letters «manca completamente di credibilità ed è pieno di contraddizioni».

Se lo studio però fosse ulteriormente confermato getterebbe ulteriori ombre sul gas non convenzionale, già accusato da associazioni come il Sierra club di inquinare le acque. Secondo Deb Nardone, l’hydraulic fracturing ha effetti devastanti sulla salute e sull’ambiente comprovato da numerosi studi. «Definire il natural gas pulito sarebbe un errore».

Angelo Miotto

Annunci
Categorie:Ambiente, Ecologia, Verde