Bosco a Cernusco

Proposta di  valorizzazione della nostra città

CERNUSCO= BOSCO

Il verde pubblico è salute per tutti

Una piantumazione capillare, fitta e diffusa a tappeto, non solo nei parchi, ma anche in ogni aiuola e in ogni via, dove è possibile, con piante e cespugli sempreverdi, soddisfa il raggiungimento di importanti obiettivi:

1)     PROMOZIONE DELLA SALUTE

La  presenza massiccia del verde riduce l’inquinamento, aumenta  l’assorbimento di anidride carbonica e la produzione di ossigeno, favorisce l’intrappolamento delle polveri sottili.

2)     MIGLIORAMENTO QUALITATIVO DELL’HABITAT

Una città-bosco sempreverde, una città-giardino fiorita, creano una situazione di benessere, di piacere di vivere la città, di soddisfazione della propria scelta abitativa. Infatti una rinaturalizzazione del territorio con le sue peculiarità e una  meticolosa piantumazione con piante e cespugli  sia sempreverdi che a foglie caduche  ripristinano l’equilibrio del nostro  ecosistema.

3)     VALENZA EDUCATIVA

La realizzaione di percorsi didattici nei parchi, il coinvolgimento delle scuole nelle attività della salvaguadia del verde, la valorizzazione della biodiversità, avvicinano i nostri giovani alla natura responabilizzandoli per la tutela di questo patrimonio.

MODALITA’  DI INTERVENTO

a) Parco dei germani:

–  massiccia piantumazione con piante tipiche dei nostrii luoghi e con cespugli produttori di frutti,  quali i rovi, che favoriscono la nidificazione dei piccoli volatili, sia con oleandri, che bene si adattano al nostro clima

–  individuazione di percorsi didattici, fruibili da parte di tutte la scuole, che tengano conto della biodiversità della flora (si suggerisce di indicare su appositi cartelli il nome scientifico delle piante)

–  realizzazione di un bosco da far sviluppare in modo spontaneo, tale da  rappresentare un esempio habitat naturale da inserire in un percorso didattico

b) Lungo Naviglio:

– piantumazione fitta con vegetazione idonea: piante quali salici, sambuchi, gelsi, pioppi, intercalati a cespugli quali rovi, miglio selvatico, canneti.

c) Completamento del verde cittadino:

– strade: meticoloso controllo degli elementi mancanti nelle via già piantumate; piantumazione ex novo ove possibile.

– aiuole , parcheggi,  rotatorie e spartitraffico: collocazione di cespugli e piante sempreverdi utilissimi                                    .  per il  trattenimento delle  polveri sottili.

d) Bosco spontaneo situato in località “fontanone”:  destinazione ad  area naturalistica protetta.

e) Rinaturalizzazione della zona nord-est  con riprestino della tipica piantumazione con pioppo    cipresssino

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: