Archive

Archive for the ‘Natura’ Category

In bicicletta col WWF il 2 giugno 2014

volan cer carug.pdf_page_1

P1470234

Associati e simpatizzanti WWF di Cernusco , cascina Caldirela di Carugate, anno 2013

Lunedi 2 Giugno 2014, biciclettata col WWF di Carugate e Cernusco per le campagne e boschi dei due comuni.

Partenza scuola Mdi via Manzoni ore 9.30

 

 

 

 

P1470255

campagna di Carugate , seminativo di soia, anno 2013

“Adotta un Parco”

parco dei Germani - Cernusco

parco dei Germani – Cernusco

“Adotta un parco”

Vorrei proporre di adottare un parco  (spero insieme a qualche altro extraterrestre come me)  in modo da mantenerne il decoro. Spero di poterne parlare con qualcuno di Voi. Grazie .
Laura 
Inoltre :
Qualcuno ha risposto a questo appello :
un’associazione sportiva sta partendo con un progetto pilota ,
a  tutti i volontari  il nostro supporto tecnico e sostegno per far si che si realizzi.

Ripiantumare il Parco dei Germani

salve, sono Vincenzo.
Vorrei chiedere all’Associazione se è stato pensato o progettato un intervento nel Parco dei Germani volto a creare uno o più boschetti, capaci nel tempo di autoregolarsi, quindi a manutenzione zero o quasi.
Vista l’ampia superficie del parco, la piantumazione intensiva in alcune aree non arrecherebbe alcuna rinuncia ai frequentatori del parco ma, al contrario, arricchirebbe esteticamente, quindi paesaggisticamente, ma anche apporterebbe un miglioramento alla qualità dell’aria, favorirebbe la biodiversità animale, etc..
Ciò non dovrebbe comportare per il Comune una spesa ingente, anzi, si chiederebbe la collaborazione del Corpo Forestale dello Stato e dell’ ERSAF, per fornire le piantine (essenzialmente di tipo adatto a ricostituire la formazione spontanea dei boschi padani, il “querco-carpineto”). Per la messa a dimora delle stesse, si dovrebbe costituire un corpo di volontari nell’Associazione.
Tutto ciò è possibile  secondo voi?
Come avrete notato, tutto l’intervento si basa su azioni volontarie con collaborazioni ad Enti. Riducendo le spese davvero al minimo.
Spero che venga presa in considerazione.
In fondo, è un progetto con benefici più che durevoli.
cordiali saluti
Vincenzo L.

Categorie:Ambiente, Natura, Progetti, Verde

Nido di merli in un vaso di fiori

Nido in un vaso di fiori

Normalmente i merli nidificano nei cespugli, nelle siepi e sugli alberi ma la coppia in questione ha scelto
un posto anomalo per la propria nidiata. La natura,in condizioni di equilibrio, genera scelte altrettanto
equilibrate, con il loro comportamento questi merli segnalano un forte squilibrio ambientale.
Secondo me, gli uccelli sono terrorizzati dalle numerosissime cornacchie e gazze che si nutrono anche dei loro
piccoli e sono disturbati dai lavori di manutenzione delle siepi che vengono effettuati nel periodo riproduttivo.
Per salvaguardare il nostro ambiente suggerirei di proibire i lavori di manutenzione delle siepi, alberi nel periodo
che va da marzo a fine giugno, cioè nel periodo riproduttivo.
Mi viene da paragonare le paure di queste bestiole al terrore che provano gli uomini di fronte ad un terremoto
e al dolore alla perdita della loro casa.
Oltretutto, mentre i merli in qualche modo sanno adattarsi, altri volatili quali fringuelli, cardellini e verdoni tanto
per citarne alcuni,non sono in grado di adattarsi.

ARNALDO

Categorie:Ambiente, Ecologia, Natura, Verde

Beni Comuni : questi sconosciuti

Lecco : lago di Annone

Lecco : lago di Annone

Sono beni comuni, tra gli altri: i fiumi i  torrenti e le loro sorgenti; i laghi e le altre acque; l’aria; i parchi come definiti dalla legge, le foreste  e le zone boschive; le zone montane di alta quota, i ghiacciai e le nevi perenni; i lidi e i tratti di costa dichiarati riserva ambientale; la fauna selvatica e la flora tutelata; i beni archeologici,  culturali, ambientali e le altre zone paesaggistiche tutelate , ecc

Guarda il Video (3 minuti) :

poi Leggi la proposta di legge Commissione Rodotà:

Leggi tutto…

Categorie:Ambiente, Idee, Natura, Proposte

Salamandra al Fontanone

ottobre 2011: Salamandra al Fontanone

ottobre 2011: Salamandra al Fontanone

Trovata una salamandra nel Fontanone. Le salamandre predilogono luoghi umidi , potrebbe essere  segno che l’umidita’ del luogo sta aumentando.

Nella foto una mano indica il luogo preciso della risorgiva del Fontanile , ormai asciutta da decenni.

Nella vicina cava di Increa di Brugherio , il livello dell’acqua sembra essere salito di almeno 5 metri negli ultimi anni: il sentiero pedonale che correva intorno al bacino e’ stato raggiunto e sommerso dall’innalzamento dell’acqua della falda.(vedi foto).

 

 

 

Luogo preciso della fonte del Fontanone , oggi non piu' attiva

Luogo preciso della fonte del Fontanone , oggi non piu' attiva

ottobre 2011 Cava di Increa , Brugherio

ottobre 2011: Fonti della Muzzetta , risorgiva a sud di Vignate

70.000 litri di acqua per fare un chilo di carne !

Il Pacific Institute ha calcolato l’acqua “nascosta” che serve perprodurre una serie di beni, cibi e bevande.

ma quanta acqua ci vuole?

Dati sorprendenti, davvero. Accompagnano “The World’s Water”, il rapporto biennale appena uscito che avverte: anche se miliardi dipersone non hanno accesso all’acqua, il genere umano già sfrutta la metà delle acque accessibili, di qui in poi bisognerà pedalare in salita.

Calcoli sull’acqua “nascosta” incorporata nei cibi li aveva già diffusi il sito Waterfootprint. Ora arrivano informazioni più complete. L’acqua che ci serve per fabbricare un paio di scarpe, un microchip, una maglietta di cotone.

In  fondo il link per chi vuole approfondire.

Le bevande, innanzitutto.
Un bicchiere di birra, 300 litri d’acqua
Un litro di latte, 1000 litri
Una tazza di caffè, 1.120 litri
Un bicchiere di succo d’arancia, 850 litri
Un bicchiere di vino, 960 litri

Ora la quantità d’acqua necessaria a produrre un chilo di alcuni cibi
Pane, 1.300 litri d’acqua
Formaggio, 5.000 litri
Patatine fritte, 925 litri
Hamburger, 16.000 litri

Sempre in materia di cibo, ora i diversi tipi di carne. Litri d’acqua per un chilo.
Pecora, 6.100 litri d’acqua
Capra, 4.000 litri
Manzo, 15.000-70.000 litri
Pollo, 3.500-5-700.

Cibi di origine vegetale “grezzi”, così come sono raccolti nei campi. I litri d’acqua sono quelli necessari per un chilo
Orzo, 1.300 litri
Patate, 500-1500 litri
Grano, 900-2000 litri
Riso, 1.500-5.000 litri

Generi vari non alimentari
Foglio di carta, 125 litri d’acqua
Scarpe di cuoio, 16.600 litri
Microchip, 16.000 litri
Un chilo di tessuto di cotone, 11.000 litri

Il Pacific Institute avverte che si tratta di stime. che contengono in sè incertezze e limiti. Ad esempio, i dati sulla carta riguardano solo la fabbricazione, e non la crescita degli alberi.

Dal Pacific Institute la tabella con l’acqua “nascosta” utilizzata per produrre beni, cibi, bevande

Dal Pacific Institute il rapporto biennale “The Word’s Water”

Leggi Com’è distribuita l’acqua sulla Terra