Archivio

Archive for the ‘Natura’ Category

La lenta scomparsa delle api

La lenta scomparsa delle api ( articolo)

Si parla ormai da alcuni anni dello spopolamento della api per la funzione di insetti impollinatori che ricoprono, in realta’ tutti gli insetti impollinatori stanno avendo questo problema , bombi, farfalle, varie specie di api e vespe, responsabili del 75% della produzione agricola per l’alimentazione.
Questa moria ha un nome, Sindrome di Spopolamento degli Alveari ( CCD) 
In Italia la Coldiretti ha dichiarato che nel 2007 c’è stato un calo di 200.000 da alveari.
In Cina nel periodo del boom economico e a causa dell’ inquinamento da carbone c’è stata una perdita di api del 95%.
Negli USA la popolazione delle api è calata del 90% negli ultimi 20 anni e dal 2016 le api sono ufficialmente a rischio inserando 7 specie  nella lista della fauna che merita una speciale protezione, in base al rapporto  “Endangers Species Act”, lo ha fatto sapere l’Ente governativoUS Fish and Wildlife Service”.
349 specie autoctone sono a rischio, ed altre 794 sono dichiarate in declino. Si tratta dei risultati sul controllo delle 4337 specie negli USA ed Hawaii.
Le cause di questa situazione sono:
Cambiamenti climatici
Perdita habitat naturali
Abuso pesticidi,
urbanizzazione,
parassiti e malattie diffuse dalla globalizzazione.

Il cambiamento climatico ha cambiato il ritmo di alternanza delle stagioni, creando gravi problemi alle api in particolare, l’uscita anticipata dalle arnie rende più difficile per loro trovare il cibo.

Leggi tutto…

In bicicletta col WWF il 2 giugno 2014

volan cer carug.pdf_page_1

P1470234

Associati e simpatizzanti WWF di Cernusco , cascina Caldirela di Carugate, anno 2013

Lunedi 2 Giugno 2014, biciclettata col WWF di Carugate e Cernusco per le campagne e boschi dei due comuni.

Partenza scuola Mdi via Manzoni ore 9.30

 

 

 

 

P1470255

campagna di Carugate , seminativo di soia, anno 2013

“Adotta un Parco”

parco dei Germani - Cernusco

parco dei Germani – Cernusco

“Adotta un parco”

Vorrei proporre di adottare un parco  (spero insieme a qualche altro extraterrestre come me)  in modo da mantenerne il decoro. Spero di poterne parlare con qualcuno di Voi. Grazie .
Laura 
Inoltre :
Qualcuno ha risposto a questo appello :
un’associazione sportiva sta partendo con un progetto pilota ,
a  tutti i volontari  il nostro supporto tecnico e sostegno per far si che si realizzi.

Ripiantumare il Parco dei Germani

salve, sono Vincenzo.
Vorrei chiedere all’Associazione se è stato pensato o progettato un intervento nel Parco dei Germani volto a creare uno o più boschetti, capaci nel tempo di autoregolarsi, quindi a manutenzione zero o quasi.
Vista l’ampia superficie del parco, la piantumazione intensiva in alcune aree non arrecherebbe alcuna rinuncia ai frequentatori del parco ma, al contrario, arricchirebbe esteticamente, quindi paesaggisticamente, ma anche apporterebbe un miglioramento alla qualità dell’aria, favorirebbe la biodiversità animale, etc..
Ciò non dovrebbe comportare per il Comune una spesa ingente, anzi, si chiederebbe la collaborazione del Corpo Forestale dello Stato e dell’ ERSAF, per fornire le piantine (essenzialmente di tipo adatto a ricostituire la formazione spontanea dei boschi padani, il “querco-carpineto”). Per la messa a dimora delle stesse, si dovrebbe costituire un corpo di volontari nell’Associazione.
Tutto ciò è possibile  secondo voi?
Come avrete notato, tutto l’intervento si basa su azioni volontarie con collaborazioni ad Enti. Riducendo le spese davvero al minimo.
Spero che venga presa in considerazione.
In fondo, è un progetto con benefici più che durevoli.
cordiali saluti
Vincenzo L.

Categorie:Ambiente, Natura, Progetti, Verde

Nido di merli in un vaso di fiori

Nido in un vaso di fiori

Normalmente i merli nidificano nei cespugli, nelle siepi e sugli alberi ma la coppia in questione ha scelto
un posto anomalo per la propria nidiata. La natura,in condizioni di equilibrio, genera scelte altrettanto
equilibrate, con il loro comportamento questi merli segnalano un forte squilibrio ambientale.
Secondo me, gli uccelli sono terrorizzati dalle numerosissime cornacchie e gazze che si nutrono anche dei loro
piccoli e sono disturbati dai lavori di manutenzione delle siepi che vengono effettuati nel periodo riproduttivo.
Per salvaguardare il nostro ambiente suggerirei di proibire i lavori di manutenzione delle siepi, alberi nel periodo
che va da marzo a fine giugno, cioè nel periodo riproduttivo.
Mi viene da paragonare le paure di queste bestiole al terrore che provano gli uomini di fronte ad un terremoto
e al dolore alla perdita della loro casa.
Oltretutto, mentre i merli in qualche modo sanno adattarsi, altri volatili quali fringuelli, cardellini e verdoni tanto
per citarne alcuni,non sono in grado di adattarsi.

ARNALDO

Categorie:Ambiente, Ecologia, Natura, Verde

Beni Comuni : questi sconosciuti

Lecco : lago di Annone

Lecco : lago di Annone

Sono beni comuni, tra gli altri: i fiumi i  torrenti e le loro sorgenti; i laghi e le altre acque; l’aria; i parchi come definiti dalla legge, le foreste  e le zone boschive; le zone montane di alta quota, i ghiacciai e le nevi perenni; i lidi e i tratti di costa dichiarati riserva ambientale; la fauna selvatica e la flora tutelata; i beni archeologici,  culturali, ambientali e le altre zone paesaggistiche tutelate , ecc

Guarda il Video (3 minuti) :

poi Leggi la proposta di legge Commissione Rodotà:

Leggi tutto…

Categorie:Ambiente, Idee, Natura, Proposte

Salamandra al Fontanone

ottobre 2011: Salamandra al Fontanone

ottobre 2011: Salamandra al Fontanone

Trovata una salamandra nel Fontanone. Le salamandre predilogono luoghi umidi , potrebbe essere  segno che l’umidita’ del luogo sta aumentando.

Nella foto una mano indica il luogo preciso della risorgiva del Fontanile , ormai asciutta da decenni.

Nella vicina cava di Increa di Brugherio , il livello dell’acqua sembra essere salito di almeno 5 metri negli ultimi anni: il sentiero pedonale che correva intorno al bacino e’ stato raggiunto e sommerso dall’innalzamento dell’acqua della falda.(vedi foto).

 

 

 

Luogo preciso della fonte del Fontanone , oggi non piu' attiva

Luogo preciso della fonte del Fontanone , oggi non piu' attiva

ottobre 2011 Cava di Increa , Brugherio

ottobre 2011: Fonti della Muzzetta , risorgiva a sud di Vignate

70.000 litri di acqua per fare un chilo di carne !

Il Pacific Institute ha calcolato l’acqua “nascosta” che serve perprodurre una serie di beni, cibi e bevande.

ma quanta acqua ci vuole?

Dati sorprendenti, davvero. Accompagnano “The World’s Water”, il rapporto biennale appena uscito che avverte: anche se miliardi dipersone non hanno accesso all’acqua, il genere umano già sfrutta la metà delle acque accessibili, di qui in poi bisognerà pedalare in salita.

Calcoli sull’acqua “nascosta” incorporata nei cibi li aveva già diffusi il sito Waterfootprint. Ora arrivano informazioni più complete. L’acqua che ci serve per fabbricare un paio di scarpe, un microchip, una maglietta di cotone.

In  fondo il link per chi vuole approfondire.

Le bevande, innanzitutto.
Un bicchiere di birra, 300 litri d’acqua
Un litro di latte, 1000 litri
Una tazza di caffè, 1.120 litri
Un bicchiere di succo d’arancia, 850 litri
Un bicchiere di vino, 960 litri

Ora la quantità d’acqua necessaria a produrre un chilo di alcuni cibi
Pane, 1.300 litri d’acqua
Formaggio, 5.000 litri
Patatine fritte, 925 litri
Hamburger, 16.000 litri

Sempre in materia di cibo, ora i diversi tipi di carne. Litri d’acqua per un chilo.
Pecora, 6.100 litri d’acqua
Capra, 4.000 litri
Manzo, 15.000-70.000 litri
Pollo, 3.500-5-700.

Cibi di origine vegetale “grezzi”, così come sono raccolti nei campi. I litri d’acqua sono quelli necessari per un chilo
Orzo, 1.300 litri
Patate, 500-1500 litri
Grano, 900-2000 litri
Riso, 1.500-5.000 litri

Generi vari non alimentari
Foglio di carta, 125 litri d’acqua
Scarpe di cuoio, 16.600 litri
Microchip, 16.000 litri
Un chilo di tessuto di cotone, 11.000 litri

Il Pacific Institute avverte che si tratta di stime. che contengono in sè incertezze e limiti. Ad esempio, i dati sulla carta riguardano solo la fabbricazione, e non la crescita degli alberi.

Dal Pacific Institute la tabella con l’acqua “nascosta” utilizzata per produrre beni, cibi, bevande

Dal Pacific Institute il rapporto biennale “The Word’s Water”

Leggi Com’è distribuita l’acqua sulla Terra

Dove sono le Centrali Nucleari vicine all’Italia

La dipendenza dall’uranio ( l’Italia dipenderebbe completamente da POCHI PAESI MONDIALI ) sarebbe peggiore della dipendenza dal petrolio.

Ecco dove sono le centrali nucleari vicine all’Italia  e quelle previste in Italia del Nord :

CLICCA QUI

 

mappa Centrali Atomiche ai confini italiani

mappa  centrali atomiche in Italia , in studio

mappa centrali atomiche in Italia , in studio

Durante un incontro a Firenze sulle energie rinnovabili, Fabio Roggiolani, candidato alla Camera per la Sinistra l’Arcobaleno, ha presentato i risultati di uno studio di verifica sui siti italiani candidati a ospitare gli impianti.
Il costo del nucleare è molto superiore alle alternative esistenti e l’Italia non dispone di giacimenti di materiale fissile, che serve per alimentare le centrali, disponibile invece in Australia, Russia, Canada.
L’uranio inoltre non è una risorsa illimitata e le centrali nucleari la cui costruzione e allestimento iniziasse oggi, sarebbero a rischio di trovarsi senza combustibile al momento del loro completamento.

Fiera Etica a Milano : Fa la cosa giusta ” 25-27 marzo 2011

Fiera etica 25-27 Marzo 11 , a Milanocity

link alla fiera del 25-27 Marzo a Fiera MilanoCity ( viale Scarampo , vecchia Fiera) : Fa’ la cosa giusta

Da non perdere ! E’ presente anche  Acli Anni Verdi Ambiente.
Leggi il programmaProgramma Fa la cosa giusta 2011 ACLI


Cosa e’ la Fiera “Fa’ la cosa giusta! ” ?

Leggi tutto…

Fantastico : anche questo e’ l’uomo !

Un video di 3 minuti da non perdere e su cui riflettere:
-uomo -natura -coraggio -forza -sfide-intelligenza

http://www.youtube.com/watch?v=2HiUMlOz4UQ

Privatizzazione dell’acqua : pro e contro

Giovedì 31 marzo alle ore 21 presso l’Atrion di Carugate
Emilio Molinari presenterà il suo ultimo libro

Acqua bene di tutti

Seguirà un dibattito aperto sulla privatizzazione dell’acqua, per discutere insieme aspetti positivi e negativi della gestione pubblica e privata, problematiche correlate, referendum, partecipazione attiva di noi cittadini.

Si sta anche discutendo l’ipotesi di creare un comitato per l’acqua pubblica Martesana, che comprenda appunto i comuni del bacino Martesana, in modo da unire le forze e ottimizzare le risorse. In questo modo anche chi si trovasse in contesti comunali favorevoli alla privatizzazione ma volesse esprimere la propria opposizione non si ritroverebbe solo ma riuscirebbe ad inserirsi in un contesto territoriale già organizzato. Sarebbe bello e utile riuscire a fare fronte comune in vista del referendum che si terrà il 12 giugno.

da :Comitato Carugate

Categorie:Ambiente, Idee, Natura

Cernusco presenta “Haiti : l’isola che non c’era”

Venerdi 18 febbraio, presso LIBRERIA del Naviglio, via Marcelline , Cernusco s/n     ,ore 21

Appuntamento con la presentazione del libro edito da ColorEsperanza Haiti: l’isola che non c’era

Un anno dopo il terremoto, il libro , che raccoglie i contributi di storici, sociologi, giornalisti e i soci di ColorEsperanza, fornisce gli elementi per poter approfondire la conoscenza di Haiti e della vicina Repubblica Dominicana attraverso la sua storia, la sua cultura e il suo futuro. Fornisce anche alcuni elementi per tracciare i confini di una cooperazione internazionale capace di far crescere il Paese.

Libreria al completo ,sono intervenuti alcuni scrittori e curatori del libro , Roberto Codazzi e Gladis De Leon. Apprezzamenti del pubblico per la serata . Sottolineatura dell’assessore Mariani e del sindaco Comincini dell’opera di promozione dell’associazione ColorEsperanza , impegnata anche su progetti di collaborazione internazionale patrocinati dall’amminastrazione di Cernusco con con altri comuni limitrofi.

Per maggiori informazioni su autori, argomenti trattati e per leggere l’introduzione cliccare qui.

Categorie:Natura, Proposte

Anni Verdi Ambiente : le Acli ci sono

REFERENDUM NUCLEARE

Le Acli vanno oltre il  mondo del lavoro in senso stretto.
Da tempo sono impegnate per il rinnovamento degli stili di vita :
 sobrieta’ , agricoltura biologica, rispetto e rigenerazione dell’ ambiente , energie rinnovabili , equo solidale , acqua  , gruppo acquisto solidale e molto altro.
Leggi la newsletter di approfondimento di gennaio/febbraio : scarica 1,5 Mb( Acli agricola gennaio 2011)
Ti puoi iscrivere alle  Newsletter mensile ( clicca qui)

Ministero Istruzione: al via il progetto ‘La scuola adotta il bosco’

2011 anno della forestaMinistero Istruzione: al via il progetto ‘La scuola adotta il bosco’

Fonte: http://www.nannimagazine.it
Un accordo tra il Corpo forestale dello Stato e il ministero dell’Istruzione, dell’università e della ricerca mira a sensibilizzare gli studenti sulle tematiche ambientali e in particolar modo sull’importanza delle foreste.
Fonte: Sistema Informativo della Montagna
Il rispetto per la natura può nascere anche sui banchi di scuola. È con questo intento che la Forestale e il MIUR hanno dato il via ad un progetto di educazione ambientale nelle scuole, per insegnare ai più piccoli l’amore e il rispetto per l’ambiente.

Leggi tutto…

Categorie:Idee, Natura, Progetti

i Passeri stanno sparendo ? segno che l’ambiente cambia?

 L’ossevazione della natura permette di cogliere deboli segnali di cambiamento che a volte sono premonitori di eventi di maggiore portata.

Passero

Arnaldo scive al LIPU (http://www.lipu.it/ Lega Italiana Protezione Uccelli ) :
Ho notato in questi mesi che il passero comune si vede sempre più di rado, sono come quasi scomparsi. Avete spiegazioni plausibili? Sta’ succedendo in altri posti? Non è mai successo, stando a mia memoria di appassionato. 

Categorie:Natura

Solare : i pannelli che funzionano di notte

dal Corriere della Sera del 26 gennaio 2011:

Grazie alle microantenne di nanotubuli al carbonio Solare: la rivoluzione è vicina I pannelli che funzionano di notte Sfruttano gli infrarossi rilasciati dal terreno nelle ore notturne. Efficienza superiore al fotovoltaico tradizionale Grazie alle microantenne di nanotubuli al carbonio Solare: la rivoluzione è vicina I pannelli che funzionano di notte Sfruttano gli infrarossi rilasciati dal terreno nelle ore notturne. Efficienza superiore al fotovoltaico tradizionale MILANO – Un pannello solare che funziona di notte è una contraddizione di termini. In una parola: impossibile. Ma Steven Novack, dell’Idaho National Laboratory del dipartimento americano dell’Energia, ha sviluppato un nuovo concetto di pannelli solari destinato a creare una vera rivoluzione nel settore. E soprattutto superare il grande limite dei pannelli solari: senza sole, quindi di notte, non producono energia, con le evidenti limitazioni che ciò comporta. INFRAROSSI – Novack parte da una constatazione di fatto: circa la metà dell’energia disponibile dello spettro solare arriva sulla Terra nella banda degli infrarossi (Ir). E parte di questa viene riemessa sottoforma di calore dal terreno durante la notte. Leggi tutto…

Categorie:Natura

sabato 5 febbraio ore 21 , spettacolo cabaret gratuito , “Label”

spettacolo “LABEL” ,
Sabato 5 febbraio, Casa delle arti , ingresso gratuito .
ore 21.00 ,Cernusco s/n

le  Acli  di Cernusco , conivolgendo altre associazioni  hanno organizzato per

Sabato 5 febbraio ,
presso la Casa delle arti ( via De Gasperi, zona stazione Metropolitana)
Cernusco sul Naviglio
ore 21.00
ingresso LIBERO

uno spettacolo sul consumo critico dal titolo  “Label”.
In forma teatrale umoristica e divertente vengono trattati argomenti come :

– genuinita’ dei prodotti
– sofististicazioni

Leggi tutto…

Categorie:Natura

Nucleare : il problema senza soluzione

Guarda il video sul nucleare : clicca qui

 

una miniera a cielo aperto di uranio: impatto di polveri radiottive

Decalogo di Greenpeace

1. Il nucleare è molto pericoloso
2. Il nucleare è la fonte di energia più sporca
3. Il nucleare è la fonte di energia che genera meno occupazione
4. Il nucleare è troppo costoso
5. Il nucleare non è necessario
6. Il nucleare è una falsa soluzione per il clima
7. Il nucleare  genera dipendenza energetica
8. Il nucleare è una risorsa limitata
9. Il nucleare non ha il sostegno dei cittadini
10. Il nucleare: più è lontano e minori sono i rischi
prosegui e leggi i dettagli .
Leggi tutto…

“essa, brina gagliarda, congelata negli alberi”

Un racconto dell’ amico scrittore Sergio Rancati  sulla ” galaverna”.

…perché la vita è un brivido che vola via, è tutto un equilibrio sopra la follia…

Gigi allungò il braccio al di là delle coltri e spense la radiosveglia. Grugnì sottovoce, più una conferma a se stesso d’essere vivo che un lamento. Rivolse uno sguardo languido al profilo morbido della moglie addormentata al suo fianco e finalmente abbandonò l’abbraccio di Morfeo, calando i piedi nudi sullo scendiletto alla ricerca delle ciabatte.

Certo, niente a che vedere con “Il Risveglio del giovin signore”:

Leggi tutto…

Categorie:Martesana, Natura

Ape : prezioso insetto

Ape : prezioso insetto

Arnaldo ci scive per conto  di APE :

Rompere le scatole a favore dell’ambiente fa parte della mia indole. Se poi anche la COMUNITA’ EUROPEA mi ritiene molto importante per la collettività, non riesco a capire perché una piccolissima città dell’hinterland milanese non si sforzi di prendere con la dovuta considerazione quello che dico, dato che parlo in nome di chi non usa parole, ma cinguettii e canti, per farsi sentire, per fare innamorare,per dimostrare che la natura non ha creato solo l’uomo e che l’uomo stesso, nel suo piccolo, prima di andare a letto la sera, dovrebbe farsi qualche domanda in piu’. VEDI FOTO
Apicoltore  ARNALDO per conto di Ape.

Festa dell’Albero 15 ottobre 2010

Piantando 3 alberi si può compensare la CO2 prodotta dal consumo annuo di elettricità di 3 persone che vivono insieme.
Ogni anno  Lega Ambiente organizza grazie alla collaborazione di migliaia di volontari una giornata dedicata alla piantumazione di giovani alberi: sono i polmoni verdi del Pianeta, assorbono anidride carbonica e restituiscono ossigeno, rendono più belli i nostri territori evidenziandone le diversità, hanno un ruolo fondamentale nella prevenzione del dissesto idrogeologico.
La Festa dell’Albero,  nominalmente il 15 ottobre ,giunta alla sua XVI edizione, coinvolge  cittadini grandi e piccoli, scuole ed amministrazioni pubbliche: tutti insieme contro l’effetto serra.

Leggi tutto…

La storia delle cose

Affascinante viaggio nel  tempo e nello spazio :

il video racconta il  rapporto fra uomo e   Energia , spreco , risparmio e molto altro.

(clicca qui  e guarda il video , in italiano ,  durata 20 minuti )

poi, per altri approfondimenti, clicca qui

Klimaforum : spunti di riflessione interessanti

KlimaForum  Nnimmo Bassey : leggi l’intervento :”Lasciamo il petrolio nel suolo

Klimaforum è un evento imponente organizzato dalle ONG presenti a Copenaghen: quasi duecento tra conferenze, interventi, workshop

•Riduzione del 10% di emissioni entro il 2010
•Creazione di un milione di posti di lavoro “verdi” (legati all’ambiente e alla green economy) entro il 2010
•Eliminazione dei voli domestici
•Limite di velocità a 55 miglia all’ora (circa 90 chilometri)
•Eliminazione degli agrocarburanti

Prossimo meeting: dal 26 Novembre al 11 Dicembre 2010

Inoltre:

un lettore ci segnala un link interessante :
“BRICIOLE: La sobrieta’ come stile di vita”
Categorie:Ecologia, Natura

Si sta come d’Autunno sugli alberi le foglie

Ippocastano, dal latino HIPPOCASTANUM, dal greco IPPOS cavallo e KASTANON castagna.

Pianta arborea conosciuta anche sotto il nome di castagno d’India, portato in Europa dai Turchi. Trasse il suo nome dalla supposta qualità dei suoi frutti di guarire le malattie dei cavalli e specialmente la tosse. Una tradizione contadina italiana invita a tenere sempre in tasca, durante la stagione fredda, due castagne matte lucenti. Questa pratica dovrebbe preservare dal raffreddore.

http://www.conkers.it/files/ippocastano.htm

 

Autunno.  (racconto  del nostro amico scrittore Sergio Rancati)

Dopo aver raccolto il profumo della vendemmia e del muschio scuro dai bordi dei boschi, il vento spirava lieve giù per le colline, fino alla pianura, dove coglieva l’odore della terra prossima al riposo infilandosi fra le fronde degli ippocastani.

Seduto sulla panchina, il vecchio Luigi godeva il tepore dell’ultimo sole d’Ottobre. Con gli occhi bassi guardava sornione le foglie gialle volare, recitando fra se il Cirano:

Leggi tutto…

Categorie:Natura

Nutria a villa Fiorita

Guarda il video. La nutria che abita a Villa Fiorita , vicino al ponte girevole.

Categorie:Cernusco, Ecologia, Natura

Tarlo asiatico in Lombardia

Regione Lombardia ha rilanciato anche quest’anno la campagna di sensibilizzazione dei cittadini contro la presenza del “tarlo asiatico” (Anoplophora Chinensis), un insetto innocuo per l’uomo ma che attacca alberi di 20 specie diverse divenendo causa di gravi danni per il verde e l’ambiente. A tal proposito è stato messo a disposizione il numero verde del call center regionale (800.318.318).

Cos’è il tarlo asiatico
E’ un coleottero, ampiamente diffuso in Cina, Giappone e Corea, rinvenuto per la prima volta in Europa, a Parbiago in provincia di Milano, nel 2000. 

Come si presenta
L’insetto adulto (detto anche cerambice dalle lunghe antenne), è di colore nero con macchie bianche sul dorso,

  • maschio misura 2,5-3,5 cm,  ha le antenne lunghe due volte il corpo e vive circa 25 giorni indicativamente dall’ultima decade di maggio;
  • femmina misura circa 3,5 cm con antenne poco più lunghe del corpo e vive oltre 40 giorni e si può trovare sino a fine estate. Essendo in grado di volare, si diffonde rapidamente.
     

La larva, priva di zampe, di color giallo con capo brunastro, può raggiungere  4,5-5,5 cm di lunghezza. Vive esclusivamente all’interno della pianta per uno o due anni.  
 
Quali danni provoca
Le larve – se ne possono trovare alcune decine all’interno di uno stesso tronco – provocano i maggiori danni: per nustrirsi scavano lunghe gallerie all’interno del legno, compromettendo la vitalità delle piante, e favoriscono l’insediamento di altri parassiti.
Gli adulti si nutrono della corteccia tenera dei rami più giovani, che diventano secchi.

Leggi tutto…

Epidemia conigli in Martesana

Conogli nei pressi del Santuario Santa MariaL’Asl Milano 2 ha emesso un’ordinanza per limitare l’epidemia di mixomatosi, malattia che colpisce i conigli senza effetti sull’uomo e che si sta propagando velocemente in tutta la Martesana. L’ordinanza prevede il divieto di liberare e prelevare conigli e l’obbligo di segnalare la presenza di carcasse nei comuni di Pioltello, Bussero, Pessano con Bornago, Carugate, Cernusco sul Naviglio, Gorgonzola, Gessate e Cassina de’ Pecchi. In caso di avvistamento di carcasse di conigli, occorre avvisare l’Asl o il Comune.

L’ordinanza (dal sito del comune di Cassina de’ Pecchi)

Agricoltura Sinergica

l’arte di coltivare lasciando fare alla terra

l’agricoltura sinergica è un metodo di coltivazione elaborato dall’agricoltrice spagnola Emilia Hazelip. Si basa sul principio, ampiamente dimostrato dai più aggiornati studi microbiologici, che, mentre la terra fa crescere le piante, le piante creano suolo fertile attraverso i propri “essudati radicali”, i residui organici che lasciano e la loro attività chimica, insieme a microrganismi, batteri, funghi e lombrichi.

i prodotti ottenuti con questa pratica hanno una diversa qualità, un diverso sapore, una diversa energia e una maggiore resistenza agli agenti che portano malattie; attraverso questo modo di coltivare viene restituito alla terra, in termini energetici, più di quanto si prende, promuovendo i meccanismi di autofertilità del suolo e facendo dell’agricoltura un’attività umana sostenibile.

Leggi tutto…

Scoiattoli a Cernusco

Percorrendo la via Verdi nei pressi della Garzanti ho trovato sulla strada uno scoiattolo, investito molto probabilmente da una autovettura.

 

A Cassina de’ Pecchi ci sono, ma sul nostro territorio non li ho mai visti.

Spero che quelle poche aree integre di Cernusco s/n, lasciandole tali,vengano rispettate da tutti per il mantenimento delle biodiversità : molti animali non comuni hanno la possibilità di ritornare e di vivere, dato che sono parte integrante dell’ambiente.

AMBIENTE: parola molto usata da molti, ma mai rispettata nella sua integrità

                                                                      ARNALDO

Zanzare ? no grazie : eco insetticida

La pianta CATAMBRA ha 4 volte piu’ potere repellente verso le zanzare delle normali piante conosciute.

(per saperne di pu’ : www.ambrogioitalia.com)

Catambra , una nuova pianta anti Zanzare.

Conigli lungo il Naviglio

Conigli lungo il Naviglio a CernuscoAl mattino e  verso sera, lungo il Naviglio , localita’ santuario Santa Maria e verso Vimodrone , si possono incontrare numerosi conigli ai margini dei terreni coltivati.

Una presenza simpatica che nello stesso tempo  suscita qualche preoccupazione:  senza nemici naturali , i conigli possono proliferare in modo incontrollato e difficilmente contenibile. La presenza di qualche uccello rapace fa sperare in un controllo naturale della popolazione. Cosi’ come per le nutrie , il fenomemo merita un’attenta osservazione .

Nutria a Cernusco


Nutria investita sulla Padana Superiore Piotello/CernuscoStanotte , venerdi 10 , e’ stata uccisa da un veicolo , una nutria , sulla Padana Superiore , localita’ Mulinetto , fra Cernusco e Pioltello. Non e’  l’unico esemplare avvistato sul nostro territorio : Naviglio , ponte di Viale Assunta , vicinanze Cassina.
nutria
E’ un animale esotico da pelliccia , roditore , che sta popolando il territorio italiano , a seguito di fughe dagli allevamenti e da rilasci volontari. In ogni parte si sta rivelando un problema per le tane  che rendono vulnerabili gli argini dei fiumi , che in caso di piena , permettono all’acqua di  infiltrarsi i nelle galleria scavate , innondano le zone sotto livello .

Da noi il fenomeno non e’ quantificato , meriterebbe osservazione.

Edera assassina?

Edera avvinta ad un albero

Ci scrive Arnaldo :
Qualcuno ritiene che l’edera sia una pianta che soffoca e strozza quelle che utilizza come sostegno.
In realta’, l’edera  le utlizza solo per attaccarvisi, senza succhiare la loro linfa. Molti animali trovano tra le loro foglie un rifugio, specialmente d’inverno per proteggersi dal freddo, altri nel periodo riproduttivo vi costruiscono il nido. Alcuni insetti come l’ape, nel mese di settembre succhiano il nettare dei fiori facendo dell’ottimo miele, molto ricco di sali minerali e ferro. Le bacche dell’edera diventano poi, in inverno, cibo per molti uccelli stanziali quali
colombacci, merli ecc, e per quelli di passo, quali viscarde tordi ecc.
Dopo 20/30 anni, la pianta raggiunge una grandezza ragguardevole, con il tronco che raggiunge il diametro di 8/10 cm. Qualcuno sostiene che, a questo punto l’edera uccida la pianta di sostegno ma non è propriamente vero : infatti le piante invecchiano insieme e anche quella d’appoggio potrebbero essere non tanto una soffocata quanto un vegetale alla fine del suo ciclo vitale.

Leggi tutto…

Pecà trasà

Peccato sprecare , lo dicevano le nostre nonne , ma oggi e’ quanto mai di attualita’.

Riduci – Riutilizza -Ricicla

Ridurre, riutilizzare e riciclare sono  tre indicazioni che, seguite nel loro insieme, consentono di acquisire migliori abitudini che faranno bene alla nostra salute, a quella dell’ambiente e anche al portafoglio.

Nella pagina “Peca’ trasa’” verranno pubblicati gli annunci di cio’ che vuoi REGALARE o BARATTARE.

… Rischiare , Riconoscere,Ricominciare… aggiungi la tua ERRE.

Parco EST delle cave : ieri e oggi

Parco delle cave di Cernusco (file pdf  1.8 MB ,  documento del 2006)
di Arnaldo Brusetti e Giorgio Redaelli

Il presente documento è stato redatto nel   2006 . Il testo e le illustrazioni sono state ottenute dai canali informativi di pubblico dominio.
La città di Cernusco sul Naviglio è situata nella zona a Nord-Est della città di Milano; occupa una superficie di 13,3 kmq, di cui circa 6,4 risultano urbanizzati (aggiornamento Misure – anno 2006); l’espansione prevista dal piano regolatore ammontava a 1,3 kmq, al netto delle varianti e dei Piani integrati di intervento, per un totale urbanizzabile pari al 60% del territorio.

Leggi tutto…

Polveri Sottili in letteratura

Segno dei tempi : ci invia un racconto  “attuale”  lo  scrittore Sergio Rancati.

Polveri sottili

"la vita e' cosi' " di Sergio Rancati

«Il Sole, la splendida stella che domina il sistema planetario al quale appartiene la Terra, emette radiazione elettromagnetica. In questo modo fornisce energia, direttamente o indirettamente, ad ogni forma di vita sulla Terra» recitò il relatore alla platea di ragazzini radunati nella palestra della scuola.

«Tutto il cibo e i combustibili derivano dalle piante che sfruttano la sua luce. Fin dall’antichità il Sole è stato considerato dall’uomo come un’entità dal significato speciale.

Molte culture antiche lo adoravano e ne riconoscevano l’importanza nel ciclo della vita. Oggi siamo qui per capire insieme come sia possibile sfruttare l’immensa energia che il Sole produce e con la quale costantemente illumina e irraggia la nostra terra».

Matteo ascoltava interessato…

Leggi tutto…

Pianura Padana sempre piu’ silenziosa

28 maggio 2010 , ci scrive Arnaldo :

argine ben tenuto

Circa l’80% degli uccelli nidifica ad un’altezza non superiore ai 2 metri e, in fase riproduttiva, diventa territoriale. Perché ciò avvenga, è necessario che l’ambiente, in quella fascia sia in grado di fornire cibo e rifugio nelle diverse stagioni dell’anno.Gli operatori dell’ambiente in un’ottica “distorta” di pulizia tendono ad eliminare il sottobosco (rovi, cespugli ecc) lasciando solo i tronchi degli alberi, con i primi rami molto alti: così facendo impediscono agli uccelli di costruire il proprio nido. Allo stesso modo, molti altri animali, quali il riccio, il coniglio, gli insetti utili e diversi invertebrati non riescono trovare nutrimento e riparo.

Leggi tutto…

“Foresta di Pianura ” a Cernusco

3 maggio 2010 Commenti disabilitati

Molte le associazioni presenti alla presentazione di Giovedi 27 maggio 2010 .La proposta e’ stata accolta con favore , molti gli spunti e i suggerimenti emersi .

CERNUSCO= BOSCO

Bosco del Fontanone

Il verde pubblico è salute per tutti

Una piantumazione capillare, fitta e diffusa a tappeto, non solo nei parchi, ma anche
in ogni aiuola e in ogni via, dove è possibile, con piante e cespugli sempreverdi, soddisfa
il raggiungimento di importanti obiettivi:
1) PROMOZIONE DELLA SALUTE
La presenza massiccia del verde riduce l’inquinamento, aumenta l’assorbimento di
anidride carbonica e la produzione di ossigeno, favorisce l’intrappolamento delle polveri sottili.
2) MIGLIORAMENTO QUALITATIVO DELL’HABITAT
Una città-bosco sempreverde, una città-giardino fiorita, creano una situazione di benessere, di piacere di vivere la città, di soddisfazione della propria scelta abitativa. Infatti una rinaturalizzazione del territorio con le sue peculiarità e una meticolosa piantumazione con piante e cespugli sia sempreverdi che a foglie caduche ripristinano l’equilibrio del nostro ecosistema.
3) VALORE CULTURALE e VALENZA EDUCATIVA
La realizzazione di percorsi didattici nei parchi, il coinvolgimento delle scuole nelle attività di salvaguardia del verde, la valorizzazione della biodiversità, avvicinano i nostri giovani alla natura, responsabilizzandoli nella tutela di questo patrimonio.

MODALITA’ DI INTERVENTO
a) Parco dei germani/parco degli aironi:
– massiccia piantumazione con piante e cespugli tipici dei nostri luoghi, sia sempreverdi che non. A tale scopo è possibile anche richiedere una fornitura gratuita di alberi, attingendo a progetti e disponibilità di Enti Pubblici quali Regione, Provincia, Corpo Forestale
– individuazione di percorsi didattici, fruibili da parte di tutte le scuole, che tengano conto
della biodiversità della flora (si suggerisce di indicare su appositi cartelli il nome
scientifico delle piante)
– realizzazione di un bosco da lasciar sviluppare in modo spontaneo, tale da rappresentare un esempio di habitat naturale da inserire in un percorso didattico
b) Lungo Naviglio:
– piantumazione fitta con vegetazione idonea: piante quali salici, sambuchi, gelsi, pioppi,
intercalati a cespugli quali rovi, miglio selvatico, canneti, che favoriscono la presenza di uccelli e animali di piccola taglia.

c) Completamento del verde cittadino:
– strade: meticoloso controllo degli elementi mancanti nelle vie già piantumate; piantumazione ex novo ove possibile.
– aiuole , parcheggi, rotatorie e spartitraffico: collocazione di cespugli e piante sempreverdi utilissimi per il trattenimento delle polveri sottili.
d) bosco spontaneo situato in località “Fontanone”: destinazione ad area naturalistica protetta e suo collegamento alla zona del Quagliodromo per la valorizzazione di questo territorio
e) rinaturalizzazione della zona nord-est con ripristino della tipica piantumazione con pioppo cipressino e gelso.
f) percorsi didattici:
– collaborazione con i docenti delle scuole elementari e medie per l’individuazione e la realizzazione di percorsi naturalistici, sia di tipo botanico che ecologico in senso più generale, che servano anche per la conoscenza e la valorizzazione delle rogge presenti sul nostro territorio.
– coinvolgimento delle scuole primarie , della Agesci-Scout, della Scout CNGEI Laici, della Pro-loco, che hanno già dato la loro disponibilità, nella messa a dimora degli alberi

” Il Bosco dei Ragazzi” : chiesto dagli alunni di 2° media al sindaco Comincini

La Preside Beretta ,il prof Giorgio Perego e il sindaco Eugenio Comincini al termine dello spettacolo

Lo spettacolo messo in scena dai ragazzi della 2° media Aldo Moro di Cernusco con la regia degli insegnanti di Tecnologia , Educazione Fisica e Lettere  , il cui tema e’  “La leggenda della Martesana”, e’  stato lo spunto per approfondire i problemi legati all’acqua e all’ambiente. In conclusione della serata  e’ stato proposto al sindaco Comincini   il progetto del”  Bosco   dei ragazzi ” .Il sindaco ha accettato l’invito a riflettere concretamente sulla reale possibilità ‘ di realizzarlo.

Spettacolo realizzato dai ragazzi della 2° media sul Naviglio, l'acqua , l'ambiente (Gazzetta della Martesana 19 aprile 2010)